riscaldamento a raggi infrarossi

Il riscaldamento a raggi infrarossi avviene tramite irraggiamento. L’irraggiamento è una forma particolare di trasmissione dell’energia mediante onde elettromagnetiche (raggi infrarossi) che si trasforma in calore a contatto con qualsiasi tipo di corpo. Non scalda l’aria, dunque i volumi, ma solo le superfici.

Per un locale di 80m2 si puo’ ottenere un risparmio monetario del 50% su un periodo di 15 anni rispetto un impianto a gasolio, con il vantaggio di minore dissipazione di energia dovuto al fatto che con questo tipo di impianti la temperatura dell’aria viene mantenuta mediamente 2°C piu’ bassa di un sistema tradizionale. I pannelli a raggi infrarossi funzionano ad energia elettrica.

Un’altro aspetto da considerare e’ che i raggi infrarossi giovano alla salute dell’uomo. Stimolano l’irrorazione sanguigna, la rigenerazione delle cellule e facilitano il recupero da alcune patologie.

I raggi infrarossi vengono impiegati anche in applicazioni terapeutiche di medicina sportiva e nelle incubatrici per neonati.

4 comments to riscaldamento a raggi infrarossi

  • mammannaggia

    Bene, facciamolo subito! Esiste o è da inventare questa applicazione?

  • già già
    spiegaci meglio cosa sono questi “pannelli a raggi infrarossi”…

  • Andrew

    Questo tipo di riscaldamento esiste gia’ ed e’ ampiamente disponibile sul mercato. In Italia si possono trovare differenti produttori e ne esistono molti altri stranieri.
    Il motivo per cui questo prodotto sia poco conusciuto non lo so, ma e’ vero che si tratta di una tecnologia relativamente giovane, 10 anni circa (applicata al riscaldamento).

    Un altro vantaggio di questi pannelli e’ che sono sottili (2cm circa) e quindi applicabili direttamente alle pareti (camuffato da dipinto o specchio = “termoquadri”) oppure sotto il pavimento riducendo cosi l’ingombro volumetrico ed estetico.

    Per la parte tecnica Google sapra’ darvi le infinite informazioni che esistono a rigurado.

  • spettacolo!!!
    a breve prometto approfondimenti al riguardo nella categoria CASA…

You must be logged in to post a comment.