tipi di pannelli solari

Esistono numerosi tipi (differenti per caratteristiche tecniche e tecnologiche) di “pannelli solari”.

I più diffusi e utilizzati sono quelli fotovoltaici (che “trasformano” l’irragiamento solare in potenza elttrica) e quelli termici civili (fanno l’acqua calda).

Qui trovate la lista di tutte le famiglie di pannelli desritti in base alla tecnologia utilizzata.

2 comments to tipi di pannelli solari

  • …e qui un video molto ben fatto sui pannelli fotovoltaici, l’installazione dei privati, i tetti, il conto energia, gli incentivi, i conti, i soldi, le potenze e tutto quel che c’è da sapere per iniziare a farsi una idea precisa sul fotovoltaico in Italia:
    http://www.youtube.com/watch?v=gi3vfcARBEg

  • guest

    Che il sole sia una fonte di energia inesauribile (perlomeno per qualche milione di anni ancora) lo sappiamo tutti, così come sappiamo tutti che questa è una fonte di energia che, vivaddio, non inquina; per tali ragioni essa è definita verde.

    C’è, però, un piccolo problema: l’impianto fotovoltaico, nel suo complesso, risulta ancora molto costoso anche se oggi, inizio del 2011, certamente meno di qualche anno addietro. Per queste ragioni lo Stato ha ritenuto di incentivare l’installazione di impianti fotovoltaici.

    Ora alcune osservazioni:

    1) gli incentivi sono generosi: (ogni kilowattora prodotto viene incentivato, per venti anni dalla sua entrata in funzione, con 0,353 ÷ 0,480 € per gli impianti già entrati in esercizio e con 0,251 ÷ 0,333 € per quelli che entreranno in funzione oltre il 31/08/2011 (guarda caso trascorso un lasso di tempo sufficientemente lungo da permettere ai grandi affaristi di fare i propri interessi);

    2) osservando la cartina allegata, che riporta la “radiazione solare orizzontale annua” (quanto più si tende al colore marrone tanto maggiore è la produzione elettrica di un impianto fotovoltaico) sul territorio italiano, si vede come il sud in generale e la Puglia in particolare siano territori particolarmente “appetibili” per chi vuole produrre energia incentivata.

    Ma quanti sono gli impianti fotovoltaici installati in Italia?

    Attualmente si stimano impianti per una potenza totale installata di 1000 MW.

    Quindi, poiché un impianto fotovoltaico produce energia elettrica per circa 1200 h/anno avremo: 1000 MW x 1200 h = 1200 milioni di kWh. Se ora consideriamo un incentivo medio di 0,4 €/kWh otterremo l’importo medio annuo degli incentivi erogati che risulta pari a: 0,4 €/kWh x 1200 milioni di kWh = 480 milioni di €.

    Quindi lo Stato paga questa considerevole cifra? Dovrebbe, ma così non è perché l’intero incentivo erogato va a pesare sulla Bolletta dell’Energia Elettrica (componente tariffaria A3). Tale componente tariffaria non è però visibile in quanto nascosta nella generica quota fissa. Insomma, tutti i cittadini che pagano una bolletta dell’energia elettrica sono i finanziatori di Enel, EdiPower, EniPower, Sorgenia, Edison e via discorrendo.

    Ma veniamo alla nostra Regione: in Puglia si stima che siano stati realizzati impianti fotovoltaici per una potenza complessiva di 468 MW e, poiché solo una minima parte di tale potenza proviene da piccoli impianti domestici con potenza fino a 3 kW, è facile intuire come la Regione Puglia sia stata terra di conquista per grandi multinazionali e speculatori in genere e come i cittadini finanziatori ne abbiano ricavato ben pochi benefici. Perché tutto ciò rappresenti un vanto per il governo regionale pugliese che si inorgoglisce del titolo di regione con la maggior produzione di energia da fotovoltaico in Italia rimane un mistero.

    Carlo Greco

    link all’articolo originale: http://www.tuttocasarano.it/index.php?option=com_content&view=article&id=827:carlo-greco&catid=36:ambiente&Itemid=150

You must be logged in to post a comment.