kinshasa

2008-11-25

virgilio notizie

link

Il dialogo tra il governo di Kinshasa e i ribelli guidati dall’ex generale Laurent Nkunda è essenziale per garantire la pace nella provincia Nord-Kivu della Repubblica democratica del Congo. E’ quanto ha dichiarato alla stampa l’inviato speciale dell’Onu per la crisi nel Nord-Kivu, Olusegun Obasanjo, dopo aver informato il Segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon sull’esito degli incontri avuti nelle scorse settimane sia con il Presidente congolese Joseph Kabila che con Nkunda.

L’ex generale Nkunda ha avanzato tre richieste nel suo colloquio con Obasanjo: avviare un dialogo con il governo, garantire protezione alle minoranze e integrare la sua milizia nelle forze regolari congolesi. “La mia impressione è che abbia avanzato richieste che io non ritengo eccessive”, ha detto l’inviato Onu, aggiungendo che le stesse autorità congolesi non sono “contrarie” a un dialogo con Nkunda. Obasanajo ha quindi annunciato che cercherà di facilitare il dialogo, con il sostegno dell’ex Presidente della Tanzania Benjamin Mkapa, “perchè riteniamo che una volta che avranno iniziato a parlare, si ridurrà il rischio di violare il cessate il fuoco”.

Dopo anni di scontri sporadici, le ostilità tra governo e ribelli sono riprese lo scorso agosto, con i miliziani di Nkunda che hanno conquistato vaste zone della provincia del Nord-Kivu, dove hanno insediato proprie amministrazioni locali e imposto la riscossione delle tasse. Nkunda sostiene da anni di difendere la comunità tutsi della regione, minacciata dai ribelli hutu ruandesi presenti nell’area dal 1994. “Ha chiesto l’integrazione dei suoi soldati nell’esercito nazionale – ha aggiunto l’inviato Onu – e l’integrazione dei responsabili amministrativi delle zone che ha occupato nei quadri nazionali. Vuole una forma di garanzia per la sicurezza di quanti verranno integrati. Ha anche parlato di buon governo e di un esercito di professionisti, ben addestrato, ben equipaggiato e ben disciplinato”.

Obasanjo ha anche riferito alla stampa di aver chiesto a Nkunda cosa vuole a livello personale: “Ha risposto che se le sue richieste saranno soddisfatte, lui vuole solo rimanere un soldato di carriera. Non vedo niente di male nel fatto che voglia entrare nel suo esercito nazionale”.

You must be logged in to post a comment.