Ani DiFranco

La questione è molto semplice: Ani è un MITO…semplicemente un MITO

Ani suona la chitarra e canta
ma
non si può contenere tutta Ani in questo piccolo “cassetto”…
Ai suoi concerti ho visto ragazzi prostrati sotto al palco, mamme che piangono, bambini che ballano, vecchie che cantano…
…personalmente alcune sue canzoni non le posso ascoltare perchè mi trovo inevitabilmente a piangere, altre mi risollevano la giornata qualsiasi cosa mi sia accaduta…comunque vada comunica…passa sempre energia…forte…diretta…come una iniezione direttamente nell’anima.
…da ragazzo mi sono proprio innamorato…volevo partire per cercarla e dirLe che l’amavo… :-)
Una sera d’estate ho “trascinato” mio nonno Roberto (colto DJ ed appassionato di musica da tutta la vita) a vederla…è uscito coi capelli dritti dicendo: “…questa a Madonna ci piscia in bocca!”.

Ani è una artista con una urgenza comunicativa straripante, un’animale da palcoscenico (è sempre in turnè). …sensibile, affettuosa, innamorata, forte, vera, sincera, ispirata, illuminata, riconoscente, consapevole…

Ani è più rock dei Pink Floyd
Ani è più poetica di Neruda

Ani è ESTREMAMENTE prolifica…una volta è salita sul palco coi testi delle sue (scrive TUTTO lei…anche le musiche) canzoni e timidissima s’è scusata dicendo…”inizio a fare confusione tra le canzoni…sono troppe…dovrei smettere ma non riesco”.
Da quando ha 20 anni tira fuori uno o due album all’anno: Ad oggi ha edito 19 studio album!!! ed 12 live (di cui molti doppi)!!!
A 15 anni è andata a vivere da sola mantenendosi con la musica e a 17 anni con 50$ ha fondato la “Righteous Babe Records” la casa discografica con cui incide tutt’ora.
COMPLETAMENTE INDIPENDENTE.

Andatela a vedere live…e andateci almeno due o tre volte perchè è uno spettacolo sempre diverso…una volta sono in 8 musicisti, una volta è da sola, una volta si porta dietro un’orchestra intera!
Se vi siete incuriositi…e volete vederla e sentirla…ecco qui una piccolissima selezione secondo me:
Shy…la canzone da cui tutto il mio amore per lei è iniziato…un pezzo molto rock…un giro di chitarra assolutamente perfetto…ipnotico…questa è la Ani energetica!
Napoleon…ancora Ani rock…
Both Hands…la sua magnifica “prima” canzone…rifatta in mille modi diversi…la mia versione preferita (quella con l’orchestra) però non l’ho trovata… :-(
poi c’è la Ani drammatica emozionante:
School Night…questa è senza dubbio la mia preferita…ma è una di quelle che posso ascoltare poco…è magnifica ma fa troppo male…come dice lei alla fine: “this is the price that we pay for the privilege of living for even a day in a world with so many things worth believing in”…forse…

…forse QUESTA è la vita…

You must be logged in to post a comment.